Cucina Marchigiana

ristorante con cucina marchigiana Ancona
Se state cercando un ottimo ristorante di pesce ad Ancona, in pieno centro storico, il posto giusto per voi è sicuramente la storica Trattoria La Moretta in Piazza del Plebiscito

Nella nostra rinomata trattoria storica di Ancona proponiamo infatti piatti tipici marchigiani prevalentemente a base di pesce sempre freschissimo, dove, a farla da padrone, è senza dubbio il "Brodetto all’Anconetana", una tipica zuppa di pesce locale preparata con circa dieci tipologie di pesci tra crostacei, molluschi e pesce nobile.

Ugualmente degno di nota è il piatto tipico del locale: lo stoccafisso all'anconetana, ricetta storica fin dal 1897.

Sita nel centro storico di Ancona nella piazza più bella della città, l'Antica Trattoria La Moretta di Corrado Bilò può considerarsi infatti il tempio dello stoccafisso all'anconetana.

Lo stoccafisso all’anconetana è un piatto tipico marchigiano apprezzato in tutta Italia e non solo: nella città di Ancona è considerato il simbolo della sua arte culinaria. Allo scopo di tutelare e promuovere le tradizioni di questo piatto tipico, nel 1997 è stata fondata a Portonovo di Ancona l’Accademia dello Stoccafisso all’Anconitana

Lo stoccafisso all’anconetana non ha rivali nella provincia di Ancona ed è il principe dei secondi piatti, caratterizzato da una lunghissima cottura, dalla presenza di patate in pezzi grossi e da una grande abbondanza di vino ed olio di frantoio.

Ti Suggeriamo

Antipasti

  • Zibaldone di pesci marinati e scottati in salsa agra e melograno
  • Impepata di cozze (moscioli selvatici) con pomodorini pachino
  • Crocette in porchetta di stagione
  • Delizie del pescato tiepide del mare aperto

Primi

  • Cappellotti di mare (pasta ripiena di crostacei, molluschi e pesce bianco) al ragù di mare delicato
  • Tagliatelle al bastone, cozze e gamberi, cannolicchi e vongole

Secondi di Pesce

  • "Brodetto all’Anconetana": tipica zuppa di pesce locale preparata con circa dieci tipologie di pesci tra crostacei, molluschi e pesce nobile

Stoccafisso all'anconetana, ricetta storica fin dal 1897

  • Guazzetto crostacei e molluschi dell'Adriatico
  • Seppioline giovani con piselli e pancetta
  • Pescato al vapore con olio di frantoio e pepe

Secondi di Carne

  • Fritto misto di carni e verdure all'italiana (meglio all'ascolana)
  • Dadolata di filetto su letto di spinaci all'aceto balsamico e scaglie di formaggio di fossa
  • Sella di vitello da latte steccata al forno con patate, carciofi, olive e pomodorini pendolini

Scorri le foto

Perché sceglierci

  • Ricco menù con specialità tipiche marchigiane e anconetane
  • Specialità a base di pesce sempre fresco
  • Specialità di carne di prima scelta
  • Ricca cantina di vini regionali e nazionali
  • Piatti per vegetariani, celiaci e allergici
  • Personale di sala qualificato e multilingue
  • Servizio professionale
  • Locale storico frequentato da VIP e personaggi dello spettacolo
  • Ottimo rapporto qualità-prezzo
  • Animali di piccola e media taglia ammessi

Seguici su sihappy

Seguici su tripadvisor

La ricetta originale dello Stoccafisso all'Anconetana

Stoccafisso all’Anconetana dell’Antica Tipica Trattoria “La Moretta dal 1897…” (Ricetta Originale)


Per 4 persone

Ingredienti:

1 kg. di Stoccafisso già bagnato di prima qualità (preferibilmente marca Ragno)
5 acciughe lavate e dissalate
2 coste di sedano verde
1 cipolla di media grandezza
3 carote
3 rametti di rosmarino
1/2 etto di capperi dissalati
1/3 di litro di vino Verdicchio dei Castelli di Jesi
1 peperoncino (facoltativo)
1 etto di olive nere
1 kg. di pomodori maturi a grappolo
1 kg. di patate
1/2 litro di olio extra vergine di oliva
sale q.b.

Procedimento dello Stoccafisso

Pulire lo Stoccafisso togliendo la spina centrale, tagliarlo a pezzi e predisporli in una teglia dal bordo alto.
Macinare sedano, carota, cipolla, capperi, acciughe e rosmarino e con la metà di questo trito condire lo Stoccafisso predisposto precedentemente in teglia, aggiungendo sala q.b. e circa mezzo litro di olio extra vergine di oliva.
Tagliare le patate a spicchi di media grandezza e metterle sopra lo strato di Stoccafisso fino a coprirlo totalmente.
Condire il tutto con l’altra metà del trito rimasto, poco peperoncino tagliato sottile (facoltativo), sale, pomodori a pezzi qua e la, il vino Verdicchio, acqua fredda fino a coprire il tutto e olive nere.
Lasciarlo cuocere a fuoco lento per circa 2 ore (30 min. sul gas e 1h30min. al forno convenzione a 130/140 gradi circa). Toglierlo dal fuoco e lasciarlo intiepidire lentamente.
Il consiglio della casa è servire questo semplice piatto tipico della cucina Anconetana 12 ore dopo la cottura.
La classica ricetta della casa prevedeva in passato di mettere uno strato di canne di bambù tra il fondo della teglia e lo Stoccafisso.

Preparazione del sugo di Stoccafisso

Ingredienti:

1/2 Kg. di ritagli di Stoccafisso

Odori da tritare a mano:
1 costa media di Sedano
1 Carota
1/2 Cipolla media
2 spicchi di Aglio
20 gr. di Acciughe sott’olio
10 gr. di Capperi al sale dissalati
2 rametti di Rosmarino

Altri ingredienti:

1/4 di litro di Vino Verdicchio dei Castelli di Jesi
1/4 di litro di Olio extra vergine di oliva
3 pomodori maturi a pezzi
20 Olive nere circa
Peperoncino o Pepe (facoltativo) q.b.


Procedimento del sugo di Stoccafisso

Prima di usare lo Stoccafisso tenerlo sempre a bagno. Far bollire tutto il composto per 60-75 min.
Durante la bollitura, per dare un po’ di consistenza al sugo, aggiungere 1 patata media tritata finemente, che sciogliendosi addenserà la salsa.
Si consiglia come pasta da abbinare i “Paccheri di Gragnano”.

(Fonte: www.accademiadellostoccafisso.com)

Richiedi informazioni

Seguici su facebook

Scorri le foto

Recensioni

Torna su